Trendwatching - Strategie

 
Società e Normative
I piani di Fixdesign

Fixdesign nel 2011 ha raggiunto un fatturato di 62 milioni di euro (da meno di un milione nel 2005), ciò grazie all’ampliamento della proposta dei prodotti e dei marchi in licenza. Nel 2011 l’azienda ha inoltre cambiato strategia, focalizzandosi maggiormente sui marchi di proprietà e puntando all’estero, che ha già portato ottimi risultati (+40% di sell out per la campagna vendita A/I 2012-13). Dopo aver spostato i marchi in licenza nel nuovo progetto Duck Farm, rivolto a un target molto più allargato e di massa, Fixdesign vuole entrare nel mercato del lusso. Propone infatti una gamma di prodotti di altissima qualità accompagnata da un pricing calmierato.

I piani di Fixdesign leggi su MYKB

(Pambianco Week, Gio, 08/11/2012, S44) - Notiziario: 11/2012
 
Il futuro del libro e' nel Kobo

Mondadori si allea con Kobo, con l’obiettivo di far decollare il mercato dell’e-book. Kobo è una piattaforma di e-reading e un e-reader Kobo Touch, direttamente competitivo con il Kindle di Amazon, lanciato con una super campagna promozionale lo scorso 1° ottobre. Il digitale ormai è una dimensione naturale dell’industria dell’editoria, da affiancare al libro di carta e aprendosi a un nuovo modo di ragionare sui contenuti e sul modo di concepirli e organizzarli. Secondo i dati dell’Aie il fatturato dell’industria libraria nei primi sei mesi del 2012 è calato dell’8,7%, nelle librerie le vendite sono scese del 4,2%, mentre i dati del digitale sono ovviamente in crescita.

Il futuro del libro e' nel Kobo leggi su MYKB

(Prima, 31/10/2012, S43) - Notiziario: 11/2012
 
La multicanalita' di Nectar

Nectar è presente in Italia da 2010, è il primo programma multipartner in Italia che integra in una sola carta fedeltà la raccolta punti di insegne di vari settori merceologici, dalla Gdo (Auchan e Simply Sma) ai distributori di benzina, dall’e-commerce all’abbigliamento, dai viaggi alle assicurazioni agli autonoleggi. Il punto di forza del servizio sta nella semplicità d’utilizzo per l’utente, la possibilità di guadagnare molti più punti che con un programma singolo e di poterli riunire in modo automatico. E anche i retailer hanno i loro vantaggi: possono gestire l’enorme mole di dati che si ottengono attraverso le carte, fattore che consente di ridirezionare l’assortimento e l’offerta del punto vendita.

La multicanalita' di Nectar leggi su MYKB

(Beverage&Grocery, 30/11/2012, S42) - Notiziario: 11/2012
 
Zalando, un successo tutto in Rete

In soli quattro anni, il fatturato di Zalando è passato da 6 a 510 milioni. L'azienda di e-commerce è partita a fine 2008 con una gamma di prodotti abbastanza ridotta, scarpe di brand attentamente selezionati, che oggi sono diventati 1.300 e non solo di scarpe, ma di ben 100.000 prodotti tra abbigliamento, accessori, sport, beauty e casa. I segreti del successo? Il cliente è al centro delle priorità, il sito è funzionale, con servizio di spedizione e reso gratuiti. L'azienda ha scelto di puntare sul servizio e sulla soddisfazione del cliente, non è interessata solamente a raggiungere il maggior numero di utenti nè a intraprendere la guerra dei prezzi. Nel 2012 è sbarcata in sette nuovi mercati, tra cui quello italiano, e per il futuro è intenzionata a crescere ancora.

Zalando, un successo tutto in Rete leggi su MYKB

(La Repubblica Affari & Finanza, 22/10/2012, S41) - Notiziario: 10/2012
 
Il wellness secondo Technogym

Secondo Nerio Alessandri, patrono di Technogym, il futuro sta nella wellness economy. Il nostro paese deve diventare il primo produttore del wellness nel mondo per poter ripartire a livello economico, in questo lungo periodo di crisi. Per questo ha aperto il nuovo Technogym Village, una Wellness Valley di 150mila metri quadri che si fonda sulle competenze di tante piccole realtà locali messe a sistema. Questo distretto italiano del benessere, il primo al mondo, intende valorizzare l'unico prodotto non delocalizzabile e interamente made in Italy: lo stile di vita. Secondo Alessandri per poter competere a livello globale dobbiamo puntare su ciò che abbiamo di più prezioso e ora è il momento di cogliere questa opportunità di crescita.

Il wellness secondo Technogym leggi su MYKB

(L'Espresso, 04/10/2012, S40) - Notiziario: 10/2012
 
Gli effetti positivi dell'empowerment

Un'azienda che ha una cultura organizzativa orientata all'empowerment ha maggiori opportunità di acquisire un vantaggio competitivo durevole e di conquistare la leadership di mercato, rispetto ai concorrenti. La cultura dell'empowerment ha la capacità di agire sia come volano di sviluppo organizzativo che come leva di successo imprenditoriale. L'empowerment può essere definito un processo intenzionale di potenziamento e acquisizione di nuove abilità e competenze, rivolto a persona, a gruppi e organizzazioni motivati a crescere, a migliorarsi e ad apprendere. Consente di generare effetti positivi a 360° su persone e organizzazione, puntando su una cultura dinamica e condivisa.

Gli effetti positivi dell'empowerment leggi su MYKB

(L'Impresa, 31/10/2012, S39) - Notiziario: 10/2012
 
Cosi' riaccendo Sony Italia

Il nuovo country manager di Sony Italia, Richard Fairest guarda con ottimismo al futuro della società. Sente di essere giunto alla vigilia di una svolta tecnologica e di gestione, che lascia ben sperare in un recupero dei risultati e delle quote in Europa e in Italia. Il gruppo si è infatti riorganizzato e sta ripartendo su solide basi, punta soprattutto sui nuovi prodotti e sulle tecnologie che sono state alla base dei successi nei tempi d'oro.

Cosi' riaccendo Sony Italia leggi su MYKB

(Il Mondo, 21/09/2012, S38) - Notiziario: 09/2012
 
Eataly, un inno all'eccellenza

Oscar Farinetti aprì il primo Eataly a Torino nel 2007 e in soli cinque anni si è esteso in tutto il mondo con 29 punti vendita. E' il più grande centro enogastronomico mondiale, un modello originale di mercato in cui si comprano, si consumano e si studiano i prodotti di alta qualità della tradizione agroalimentare italiana. Eataly vuole percorrere una nuova via nel sistema della distribuzione alimentare e della commercializzazione dei migliori prodotti artigianali. Ha concretizzato l'idea che esiste la possibilità di offrire a un pubblico ampio cibi di alta qualità a prezzi sostenibili comunicando anche i criteri produttivi, il volto e la storia di tanti produttori che costituiscono il meglio dell'enogastronomia italiana.

Eataly, un inno all'eccellenza leggi su MYKB

(Bar Business, 31/08/2012, S37) - Notiziario: 09/2012
 
Accessibilita' e offerta le leve di Stroili Oro

Stroili Oro si propone al pubblico come retailer specializzato con un format innovativo che fa leva su un mix di stile, qualità, design e glamour, mantenendo le caratteristiche di lusso proprie del settore. Stroili Oro fa dell'accessibilità il suo leitmotiv: punti focali del gruppo sono l'offerta, con un assortimento ampio ed eclettico che spazia dai gioielli in oro e diamanti agli orologi fino ai bijoux, e il punto vendita, uno spazio aperto che invita ad avvicinarsi al mondo della gioielleria con immediatezza.

Accessibilita' e offerta le leve di Stroili Oro leggi su MYKB

(Mark Up, 01/08/2012, S36) - Notiziario: 07-08/2012
 
Scusate se non andiamo mai in crisi

La crisi non preoccupa affatto Alexis Babeau, braccio destro di Francois-Henri Pinault, presidente e a.d. del colosso Ppr. Nel mondo i ricchi aumentano e vogliono gratificarsi, per questo se trovano il prodotto giusto non badano a spese. Il piano al 2020 del gruppo prevede che dei 24 miliardi di fatturato della holding, il 60% arrivi proprio dal lusso. Babeau è fiducioso, ritiene che il segmento del lusso sia destinato a crescere parallelamente all'aumentare dei ricchi.

Scusate se non andiamo mai in crisi leggi su MYKB

(pANORANMA, 11/07/2012, S35) - Notiziario:
 
Scusate se non andiamo mai in crisi

La crisi non preoccupa affatto Alexis Babeau, braccio destro di Francois-Henri Pinault, presidente e a.d. del colosso Ppr. Nel mondo i ricchi aumentano e vogliono gratificarsi, per questo se trovano il prodotto giusto non badano a spese. Il piano al 2020 del gruppo prevede che dei 24 miliardi di fatturato della holding, il 60% arrivi proprio dal lusso. Babeau è fiducioso, ritiene che il segmento del lusso sia destinato a crescere parallelamente all'aumentare dei ricchi.

Scusate se non andiamo mai in crisi leggi su MYKB

(Panorama, 11/07/2012, S35) - Notiziario: 06/2012
 
Vittore Beretta - Presidente di Fratelli Beretta

Nel 2011 Fratelli Beretta ha aumentato il fatturato del 9,2% sul 2010. Il momento di crisi è stato affrontato attraverso una continua innovazione, investimenti ed evoluzioni all'interno dell'azienda. Anche il primo trimestre del 2012 si è chiuso positivamente, grazie all'attenzione data al mercato interno e guardando a ovest: Usa, Canada, Messico, e nel Far east, in Giappone, Cina, Corea, Taiwan e Australia. Non bisogna ma fermarsi ed è necessario continuare a investire, parola del presidente Vittore Beretta.

Vittore Beretta - Presidente di Fratelli Beretta leggi su MYKB

(Food, 31/05/2012, S34) - Notiziario: 05/2012
 
La firma Callipo nel gelato

Callipo Gelateria è la nuova società di Callipo Group. L'azienda, universalmente riconosciuta come Premium Brand di tonno e conserve ittiche, declina il proprio marchio in un nuovo mercato, quello del gelato tipico artigianale con produzione industriale. E' un'azienda nuova, che parte dalle proprie tradizioni dolciarie regionali per proporre al grande pubblico nazionale e internazionale eccellenze tipiche con gli ingredienti e le ricette del territorio.

La firma Callipo nel gelato leggi su MYKB

(Surgelati Magazine, 30/04/2012, S33) - Notiziario: 05/2012
 
Perche' questi due sono stati coperti d'oro

Istagram è una app per l'iPhone, da poco disponibile anche per i dispositivi Android. E' stata lanciata nel 2010 da Kevin Systrom e Mike Krieger, consente di scattare foto, modificarle e condividerle con chi decide di seguirci, oppure inviarle via e-mail o pubblicarle in tempo reale sugli altri social network. Facebook ha di recente acquistato Istagram e i suoi 13 dipendenti per un miliardo di euro. Secondo le stime degli analisti la società valeva al massimo la metà della cifra pagata da Zuckerberg, e a oggi non genera alcun profitto: si scarica gratis e al suo interno non ospita nemmeno una pubblicità. Ma le immagini sono il nuovo linguaggio globale e Zuckerberg è convinto che i profitti arriveranno col tempo.

Perche' questi due sono stati coperti d'oro leggi su MYKB

(Panorama, 25/04/2012, S32) - Notiziario: 04/2012
 
La crescita sostenibile di Unilever

Unilever vuole aumentare produzione, margini e profitti, riducendo i consumi e salvaguardando il contesto sociale e ambientale in cui opera. Unilever punta a un business sempre più etico. James Hill, presidente di Unilever Italia, descrive i piani e le strategie aziendali in questa direzione: grazie al modello di business "Unilever Sustainable Living Plan" la multinazionale ha dimezzato l'impatto ambientale, approvvigionandosi al 100% di materie prime sostenibili e migliorando le condizioni di salute e benessere di oltre un miliardo di persone.

Le app per decidere piu' in fretta leggi su MYKB

(Business, 30/04/2012, S31) - Notiziario: 04/2012
 
James Hill - Country Chairman di Unilever Italia

Unilever entro il 2020 intende raddoppiare il giro d'affari nei 100 paesi in cui è presente, dimezzando allo stesso tempo l'impatto ambientale dei prodotti in portafoglio e approvvigionandosi da materie prime sostenibili al 100%. Unilever ritiene che il mercato italiano sia assolutamente strategico. Jaimes Hill, country chairman, descrive come Unilever Italia intende muoversi nel nostro paese e quali sfide intende cogliere, tenendo conto del recente decreto liberalizzazioni e dei rapporti con la gdo.

James Hill - Country Chairman di Unilever Italia leggi su MYKB

(Food, 01/03/2012, S30) - Notiziario: 03/2012
 
L'Afuture di Autogrill

La politica di sostenibilità di Autogrill entra nella terza fase: la nuova Afuture Road Map, che parte dalle esigenze degli stakeholder e da un sistema di misurazione condiviso, e delinea tre aree di intervento: People, Product e Planet, attraverso cui si impegna a raggiungere i target prefissati. L'azienda è passata attraverso una prima fase, caratterizzata dall'attività di reporting per promuovere la sostenibilità all'interno e all'esterno dell'azienda, e una seconda, che ha visto il prevalere di esperienze innovative che hanno portato all'apertura dei primi due punti vendita ecosostenibili.

L'Afuture di Autogrill leggi su MYKB

(Business, 01/03/2012, S29) - Notiziario: 03/2012
 
Emozionarsi con Sisal

Sisal in soli sette anni ha saputo far sognare milioni di italiani. La sua attività di comunicazione si sta evolvendo verso un linguaggio più creativo e più vicino ai consumatori, dà maggior spazio ai consumer insight e accentua il ricorso alla leva emozionale. Il Gruppo Sisal può contare su un'offerta ampia e variegata, in grado di soddisfare la continua evoluzione dei gusti e delle esigenze dei clienti finali. E' una realtà che comunica una vasta gamma di prodotti a differenti target e lo fa attraverso molteplici mezzi. Senza trascurare la responsabilità sociale, che per il gruppo ha un ruolo prioritario.

Emozionarsi con Sisal leggi su MYKB

(Media Key, 29/02/2012, S28) - Notiziario: 03/2012
 
La versione di Mr Google

Secondo Eric Schmidt, ceo di Google, l'accesso alla rete è il confine invisibile attorno al quale si combatte la battaglia per il futuro: da una parte c'è un mondo che considera la connettività un fatto assodato, dall'altra ci sono centinaia di milioni di persone che attendono trepidanti che arrivi anche per loro l'accesso alla Rete, vista come un miraggio, un inaccessibile bene di lusso. E' necessario agire ora per evitare un sistema di caste digitali. Senza dimenticare la tutela della privacy on line. Ecco come Google intenderà muoversi in futuro.

La versione di Mr Google leggi su MYKB

(Economy, 14/03/2012, S27) - Notiziario: 03/2012
 
Con Argenta la ristorazione va in... automatico

Quello della distribuzione automatica è oggi un vero e proprio canale distributivo, che assicura innegabili dinamiche di servizio riassumibili in convenienza, disponibilità 24 ore su 24 e assortimenti sempre più ampi e validi dal punto di vista della qualità delle referenze. Gruppo Argenta, società leader del settore, registra ogni giorno 2 milioni e 200 mila operazioni di vendita, relative in massima parte a prodotti alimentari confezionati ed erogati attraverso un 'parco' di 150 mila distributori automatici su tutto il territorio italiano. Nel 2010 Argenta ha raggiunto un fatturato di 180 milioni di euro, quota che probabilmente toccherà i 200 milioni del 2011.

 Con Argenta la ristorazione va in... automatico leggi su MYKB

(Drink&Food, 01/03/2012, S26) - Notiziario: 03/2012
 
Quant'è buono 'o McCafé

Mc Donald's chiude il 2011 con un incremento delle vendite del 5,9% rispetto al 2010 e con un aumento delle visite del 3,4%. E ora punta sull'espansione dei corner Mc Cafè. L'azienda attualmente conta 122 ristoranti che propongono un'area caffetteria, e il numero è destinato a salire in maniera considerevole. La decisione di puntare sulle caffetterie si inserisce in un progetto più ampio, che vuole trasformare Mc Donald's da catena di fast food a insegna di casual restaurant. Andiamo a prendere un caffè da Mc Donald's?

(Economy, 15/02/2012, S25) - Notiziario: 02/2012
 
Investire ad arte

Furla, l'azienda bolognese di Giovanna Furlanetto, è sempre più legata all'arte contemporanea. Nel 2012 Furla aumenterà del 50% l'investimento in comunicazione e amplierà la presenza sui mercati internazionali, esportando anche il progetto della Fondazione Furla, nata nel 2008, per far conoscere nel mondo i giovani artisti di talento.

(Prima, 01/02/2012, S24) - Notiziario: 02/2012
 
Il nostro segreto? I soci

Coop e Conad, le due principali cooperative del retail nazionale fanno leva su asset e strategie per arrivare allo stesso obiettivo: fidelizzare il consumatore. Coop fa sentire che sta dalla parte del consumatore, ogni volta attraverso strade differenti, puntando sull'affidabilità, sulla reputazione e sulla distintività. Conad punta invece sulla marca privata, anch'essa strategica per fidelizzare il cliente, e sul radicamento locale.

(Food, 31/01/2012, S23) - Notiziario: 01/2012
 
L'unione fa la forza (anche nei sottaceti)

Per farsi conoscere, il gruppo Saclà ha scelto la strada dell'internazionalizzazione e degli accordi strategici. L'azienda, dallo scorso novembre, è una delle 13 imprese dell'agroalimentare italiano che compongono il consorzio Almaverde Bio, la società leader nel biologico in Italia. Secondo il presidente Lorenzo Ercole, in un momento economico come quello che stiamo attraversando è importante mettere da parte gli individualismi e lavorare insieme per raggiungere obiettivi comuni. Tra l'altro sono moltissime ed enormi le potenzialità ancora inespresse del settore biologico.

(Economy, 18/01/2012, S22) - Notiziario: 01/2012
 
L'ambiente non si macchia

Per Reckit Benkiser Italia, la sostenibilità non è uno strumento di marketing o una leva per incrementare le vendite, ma una responsabilità nei confronti della società, un principio integrante dell'etica aziendale. L'obiettivo dell'azienda è quello di produrre i prodotti di sempre, agli stessi prezzi ma con criteri che riducano l'impatto ambientale. Eric Gilliot, neo general manager, spiega i risultati e i progetti sostenibili della multinazionale.

(Business, 31/12/2011, S21) - Notiziario: 01/2012
 
Marketing incontro alle persone

Procter&Gamble rappresenta una capacità di ascolto e analisi dei desideri della popoplazione che non ha pari al mondo, serve 4,4 miliardi di consumatori in 180 paesi. Sami Kahale, presidente e ad, descrive i piani di sviluppo e le strategie per il futuro del gruppo, in cui le esigenze del consumatore divengono centrali. A fronte del cambiamento delle abitudini e tipologie di consumo delle famiglie, le aziende devono infatti ascoltare di più e rendere l'offerta più flessibile ai diversi pubblici.

(L'Impresa, 01/01/2012, S20) - Notiziario: 01/2012
 
Whirlpool ama Facebook

Whirpool si affida a Facebook per il recruitment dei laureati destinati a posizioni manageriali. Oltre a essere un'occasione di incontro con i manager del futuro la pagina del social network offre all'azienda anche una ricca possibilità di marketing e comunicazione e con il progetto "I Love Whirpool" punta a raggiungere grande notorietà tra i giovani. La pagina Facebook di Whirlpool EMEA è già stata giudicata la migliore fra i business player per il 2011: un mix di concorsi, recruitment, notizie dall’azienda e anche una serie web Tv, che trasmette agli utenti un’immagine completa di Whirlpool, come grande multinazionale e come sbocco professionale. E' una piattaforma work in progress, costantemente aggiornata per stimolare l’interattività degli utenti. Mi piace!

(Apparecchi Elettrodomestici, 31/12/2011, S19) - Notiziario: 09/2011
 
Un antiquario a colazione

Angelo Colussi è riuscito a dare una nuova veste al business della sua azienda, la Colussi di Perugia, rafforzando il marchio sui mercati esteri, grazie ad alleanze e ad acquisizioni. Il gruppo chiuderà il 2011 con 500 milioni di fatturato globale, grazie al buon andamento dei marchi come Colussi, Misura, Flora, Sapori e Agnesi. Nel 2012 l'azienda vuole ampliarsi in Canada, India, Indonesia e Sud America, guarda all'estero, poichè l'Italia in questo momento non riesce ad offrire occasioni interessanti. Un altro obiettivo è quello di avere un corner nel negozio Eataly di New York.

(Economy, 07/12/2011, S18) - Notiziario: 09/2011
 
Ordini di rivolta contro Groupon

Si allarga la controffensiva degli Ordini Professionali nei confronti di Groupon Italia, che offre proposte commerciali fortemente scontate. Com'è possibile che la società Usa offra pratiche stragiudiziali a neanche 40 euro, invece di 500? Sono davvero avvocati i soggetti che avanzano queste proposte online? Oltre a cene, spettacoli e offerte nell'area benessere vi sono anche prestazioni mediche e visite odontoiatriche a tariffe ridotte anche dell'80%. Gli utenti sono favoriti, le categorie? Tutt'altro.

(Il Mondo, 09/12/2011, S17) - Notiziario: 08/2011
 
Squadra giovane per Scott Jovane

Scott Jovane, general manager di Microsoft Italia, si dichiara soddisfatto per i risultati del trimestre, superiori agli obiettivi per fatturato e utile. E intanto riorganizza l'azienda, dividendo le attività in tre aree: Advertising&Online affidata a Giorgio Gabrielli; Consumer Channels che dipende da Silvano Colombo; Marketing&Operations coordinata da Silvia Candiani. Obiettivi? Sfondare nel cloud computing, risalire la china nei sistemi operativi per smartphone e comunicare in digitale.

(Il Mondo, 18/11/2011, S16) - Notiziario: 07/2011
 
I software che fanno girare il mondo

Amadeus Italia rafforza la sua presenza sui social network: ha rinnovato la sua pagina Facebook, nella quale compaiono notizie curiose e interessanti, il suo canale You Tube, che propone video sulle iniziative dell'azienda, e ha rafforzato la propria presenza su LinkedIn, inaugurando un gruppo di discussione. Questa la nuova strategia di comunicazione della società che vuole così aprire un dialogo non solo con i suoi clienti tradizionali, ma anche con un pubblico più ampio, quello dei consumatori.

(Prima, 31/10/2011, S15) - Notiziario: 07/2011
 
Camst vince con buoni ingredienti e buona cucina

Camst è la maggiore impresa di ristorazione a capitale interamente italiano. L'azienda ha chiuso il 2010 con un fatturato di 940 milioni, con un incremento dell'8,54% sul 2009. E guarda al futuro muovendosi sul forte coinvolgimento dei soci lavoratori, per evitare la perdita di posti di lavoro, e il costante impegno per nuovi investimenti per proporre al mercato modelli di ristorazione apprezzati dai consumatori. L'obiettivo? Uscire dalla crisi.

(Ristorazione Collettiva, 01/10/2011, S14) - Notiziario: 06/2011
 
Uno sguardo verso il futuro

Per celebrare l'importante traguardo dei primi dieci anni d'attività in Italia, Ing Direct ha fatto costruire 50 scuole mobili in Etiopia, grazie al progetto "Accendi il futuro" dell'Unicef. L'azienda opera in Italia dal 2001 con prodotti che variano dal più noto Conto Arancio, passando per i Mutui Arancio, per gli Investimenti Arancio e dal 2008 il Conto Corrente Arancio. Con la sua attività ha rivoluzionato il concetto di banca, facendo leva sulla logica del low cost e su fattori chiave come semplicità, trasparenza e rispetto.

(Media Key, 30/09/2011, S13) - Notiziario: 06/2011
 
Ho cominciato tre anni fa a preparare la crescita in questa stagione di crisi

Sono 105 i punti vendita Media World e Saturn sul territorio italiano, che nel 2010 hanno generato un giro d'affari di 2,514 miliardi di euro, in crescita del 7% sul 2009. Il presidente Pierluigi Bernasconi guarda al futuro, attende che arrivino le vere liberalizazzioni e gli snellimenti burocratici e fiscali che consentirebbero all'azienda di vivere un nuovo slancio. Entro la fine dell'anno sono previste sei nuove aperture anche al Sud e sono pronti a investire 24 milioni di euro e ad assumere tra le 400 e 500 persone.

(Economy, 05/10/2011, S12) - Notiziario: 05/2011
 
Un mondo di bolle e di acqua purissima

Eurometalnova si è aggiudicata la distribuzione in Italia delle caraffe e dei filtri BWT, il primo gruppo in Europa nel settore del trattamento dell’acqua. Eurometalnova ha da sempre voluto introdurre sul mercato italiano prodotti diversi da quelli distribuiti dalle multinazionali. E ritiene che i concorrenti non possano raggiungere il livello di specializzazione dell'azienda che è attiva nel mercato di fascia alta. Claudio Tagliapietra, Direttore Commerciale, descrive i piani per il futuro dell'azienda.

(Apparecchi Elettrodomestici, 30/09/2011, S11) - Notiziario: 05/2011
 
Riassortimento e nuovo posizionamento per EcorNaturaSi'

I punti vendita NaturaSì sono vissuti come un'oasi di tranquillità, dove il consumatore cerca la coerenza delle scelte. Per questo motivo EcorNaturaSì intende proseguire con il miglioramento delle economie di scala e dell'assortimento, puntando sull'ampliamento dell'offerta dei reparti freschi e sull'estensione al 15% dell'assortimento dell'ortofrutta, per attrarre nuovi clienti. Coerenza nella messa in pratica dei principi del biologico e cura degli assortimenti sono quindi i punti su cui EcorNaturaSì si concentrerà per il 2011.

(Gdo Week, 12/09/2011, S10) - Notiziario: 04/2011
 
"Riportiamo la gente nei bar"

Paolo Radi, vice president della divisione out of home di Unilever, punta sulla trasformazione dei locali in luoghi in cui i clienti possano trovare prodotti esclusivi. Concentrandosi sul canale fuori casa e sulla continua innovazione di prodotto, Unilever vuole proporre al gestore prodotti che diano valore e redditività al locale. Tra gli obiettivi del 2011 c'è anche quello di estendere i momenti di consumo del gelato.

(Bargiornale, 01/09/2011, S09) - Notiziario: 04/2011
 
Fiero di ridare un dividendo

Fiera Milano è giunta alla fine di un processo di riorganizzazione molto complesso, gestito nel pieno della recessione mondiale. Grazie al taglio di costi, alla concentrazione delle società controllate e allo sviluppo di rassegne italiane ed estere, la fondazione torna all'utile, chiudendo il 2010 con margine operativo lordo di 20 milioni. Secondo il ceo Enrico Pazzali, per il 2011 si prevede un mol di 27 milioni e si può parlare di record storico per i 2 milioni di metri quadri venduti e i 5-6 milioni di visitatiori attesi per quest'anno. Fiera Milano sta inoltre collaudando il più grande centro congressi continentale, che sarà un volano per tutta l'economia milanese con stime di 500 mila congressisti all'anno e 750 milioni di indotto nei prossimi quattro anni.

(Il Mondo, 15/07/2011, S08) - Notiziario: 03/2011
 
Fate la spesa non lo shopping

Carrefour ha riorganizzato brand e struttura per cercare di contrastare la crisi. Ha inaugurato il primo Carrefour Planet e inizierà il piano di riconversione dei 23 punti vendita italiani a grandissima superficie, investendo 2 miliardi di euro. Carrefour presenterà così un'offerta più completa grazie a quattro format che consentiranno esperienze di spesa diverse e complementari. Propone così un'offerta più variegata, necessaria per superare le difficoltà vissute dalla grande distribuzione. Secondo l'Istat, nel 2010 la contrazione degli acquisti è stata del 3,1%, e Carrefour Italia ha chiuso l'anno peggio della media a -5,5%. Vedremo se Carrefour Planet aiuterà a risollevare il colosso francese.

(Economy, 06/07/2011, S07) - Notiziario: 03/2011
 
Siamo la banca che ascolta

Ing Direct Italia propone prodotti nuovi sempre più sofisticati e offre ciò di cui i clienti hanno bisogno a costi più bassi. Dallo sbarco in Italia, in soli dieci anni, ha conquistato ben 1,2 milioni italiani e punta a conquistarne altrettanti nel giro di 2-3 anni. E' necessario cercare di fare una salto di qualità nella comprensione dei desideri e delle paure degli italiani di fronte al denaro, che non fa la felicità ma la condiziona e non poco.

(Economy, 18/05/2011, S06) - Notiziario: 02/2011
 
Capisco Bulgari ma l'alternativa c'e'

Andrea Morante, amministratore delegato di Pomellato, ritiene che anche in un'economia globalizzata vi sarà spazio per dei giocatori di dimensioni minori, purchè in grado di incrociare creatività e capacità gestionale. In Italia manca quel fenomeno aggregativo riuscito ad Arnault di Lvmh e a Pinault di Ppr, che sono riusciti ad aggregare marchi di origine familiare e di straordinario prestigio in un contesto di grandissimie dimensioni. Gli imprenditori italiani spesso vendono quando sono obbligati dalle circostanze e non sempre nelle migliori condizioni. Nel mercato italiano del lusso non c'è un'offerta di aziende da comprare perchè i loro proprietari sono troppo affezionati per cederle.

(Economy, 23/03/2011, S05) - Notiziario: 02/2011
 
Profumo di innovazione

La catena Limoni, con 540 negozi diretti in Italia e all'estero, è leader nella profumeria. Conta 2400 dipendenti, nel 2010 ha fatturato 400 milioni di euro e ha speso circa 4 milioni in pubblicità, investendo su tutti i media. Grazie all'accordo con Modomodo, i clienti di Limoni possono ricevere una app che li informa su promozioni e sconti, offrendo un servizio avanzato e personalizzato a un consumatore sempre più selettivo e interessatio a conoscere in tempo reale le offerte e i servizi proposti. Nel 2011 verranno investiti 4 milioni di euro in pubblicità ed eventi.

(Mediaforum, 05/04/2011, S04) - Notiziario: 02/2011
 
Il nostro formidabile 2010

Il mercato della gioielleria sta cambiando e anche i gusti e le tendenze seguono una moda che cambia sempre più velocemente. Brosway è oggi leader nel settore dei gioielli accessibili, dal 2004 al 2009 ha incrementato il fatturato del 250%, fino a raggiungere i 28 milioni di euro nel 2010. L'idea di un concept nuovo, del gioiello come un accessorio di moda, fruibile e intercambiabile sta alla base del successo di Bros Manifatture. Nel 2007 ha lanciato la sfida Watches, nel 2008 con Brosway 925 irrompe nel panorama dei preziosi in argento accostati a cristalli Swarovsky, bronzo, perle e pietre naturali, seguito dal marchio per la gioielleria giovane S'Agapò, la collezione Très Jolie e la linea Petit.

(Economy, 12/01/2011, S03) - Notiziario: 01/2011
 
Inglesina, 4 ruote alla conquista dei mercati

Luca Tomasi, a capo dell'Inglesina, nel 2011 intende superare i 50 milioni di euro di fatturato, grazie al potenziamento dell’export, a nuove linee di prodotto e a nuove strategie distributive. Dietro al nome dell'azienda vi è una precisa scelta di identità e di posizionamento che richiama i valori dell’eleganza e della raffinatezza che ancora oggi sono le caratteristiche distintive dei prodotti. Sul territorio italiano l'azienda conta circa 650 punti vendita specializzati nella prima infanzia e alcune catene, ma nessun monomarca. Ampliarsi ulteriormente sui mercati inetrnazionali è una delle priorità dell'azienda che dovrà implemantare una struttura ideonea a questo progetto di crescita.

(Pambianco Week, 20/01/2011, S02) - Notiziario: 01/2011
 
Grazie agli inglesi esportiamo la pizza

Il fondo inglese Change Capital Partners ha acquisito il controllo di Vesevo, gruppo proprietario di Rossopomodoro, Anema e Cozze e Rossocafè. Ccp vuole investire in realtà che abbiano un alto potenziale di crescita, che siano molto forti sul territorio nazionale e dotate di management di grande talento. La formula di Rossopomodoro è facilmente esportabile all'estero: con le giuste attenzioni può riscuotere molto successo anche in Gran Bretagna, Sati Uniti e Germania. I soci fondatori vogliono però riacquisire il 35% delle quote, perchè è fondamentale che l'anima dell'azienda e la sua filosofia restino napoletani.

(Economy, 02/02/2011, S01) - Notiziario: 01/2011
 
Farmaci on line, acquistarli in sicurezza

Il provvedimento n. 23632 del 19 giugno 2012 ha bloccato i siti in cui veniva proposta la vendita di farmaci etici. Ma quali sono i limiti a tutela dei consumatori e delle imprese concorrenti nel caso in cui, operatori senza scrupoli, approfittando della rete, vìolino le norme a tutela della salute pubblica e propongono la vendita diretta di farmaci, spesso copia di quelli originali senza il necessario controllo medico?

Farmaci on line, acquistarli in sicurezza leggi su MYKB

(Italia Oggi 7, 15/10/2012, L33) - Notiziario: 10/2012
 
Largo al bio

In Italia crescono le superfici a vigneto bio. I dati, forniti dagli organismi di controllo al Ministero delle politiche agricole ed elaborati dal Sinab (Sistema di informazione nazionale sull’agricoltura biologica), attribuiscono a questa coltura un’estensione complessiva di 52.273 ettari, di cui 30.341 interamente convertiti e 21.931 in conversione, evidenziando al tempo stesso una progressione del 20% circa rispetto al 2009 (+11% di superficie convertita e +35% di superficie in conversione) che, come vedremo, è imputabile soprattutto alla Sicilia. Anche se l'incidenza percentuale è ancora limitata rispetto al totale delle superfici in Italia, il vigneto bio cresce e beneficia dei recenti e prossimi sviluppi a livello legislativo.

Largo al bio leggi su MYKB

(Vigne Vini & Qualita', 01/09/2012, L32) - Notiziario: 09/2012
 
Le assicurazioni: tutelare per tutelarsi

Una delle polizze assicurative fondamentali per svolgere tutte le attività industriali di produzione di beni è quella che garantisce da eventuali danni causati a cose e persone da difetti e non conformità del prodotto compravenduto. La garanzia RC prodotti suscita da alcun anni molto interesse anche in settori produttivi non caratterizzati da elevata incidenza di rischio. La sempre maggiore attenzione verso le politiche di difesa del consumatore, unitamente a un generale sviluppo della cultura assicurativa, hanno infatti contribuito a creare negli anni una grande sensibilità delle imprese verso il tema dei risarcimento dei danni subiti per fatto di terzi.

Le assicurazioni: tutelare per tutelarsi leggi su MYKB

(Il Latte, 01/09/2012, L31) - Notiziario: 09/2012
 
Marketing vs Legal

Le numerose campagne promozionali che vengono organizzate via web impongono alle aziende di riservare la massima attenzione a questioni legali e di privacy. L'uso delle immagini altrui senza il consenso della persona può legittimare una richiesta di rimozione di tale immagine da Internet. Sia nel caso in cui le operazioni di marketing siano gestite direttamente dalla società/marchio o attraverso un'agenzia, la società deve prestare attenzione alla corretta predisposizione della documentazione necessaria a garantire lo sfruttamento delle immagini degli utenti.

Marketing vs Legal leggi su MYKB

(Largo Consumo, 30/06/2012, L30) - Notiziario: 06/2012
 
Vendita diretta di prodotti alimentari da parte del produttore primario

Il Regolamento n. 852/2004 stabilisce che "l'obiettivo fondamentale delle nuove norme d'igiene generali e specifiche è quello di garantire un elevato livello di tutela dei consumatori con riguardo alla sicurezza degli alimentari". Tale affermazione va nel senso del più generale obiettivo del "conseguimento di un elevato livello di protezione della vita e della salute umana", ritenuto uno degli obiettivi fondamentali della legislazione alimentare stabiliti del Regolamento (CE) n. 178/2002.

Vendita diretta di prodotti alimentari da parte del produttore primario leggi su MYKB

(Eurocarni, 30/06/2012, L29) - Notiziario: 06/2012
 
Pacchetto latte: cosa c'e' di veramente nuovo?

Sulla Gazzetta Ufficiale Ue del 30 marzo è stato pubblicato il Reg. (UE) 261/2012 del Parlamento e del Consiglio europeo, che riporta alcune disposizioni specifiche per il settore latiero-caseario, meglio note come "pacchetto latte", che vanno a modificare e integrare il Reg. (CE) 1234/2007 (OCM unica). Ecco quali sono le maggiori novità introdotte dal pacchetto latte.

Pacchetto latte: cosa c'e' di veramente leggi su MYKB

(Il Mondo del Latte, 31/05/2012, L28) - Notiziario: 05/2012
 
OCM vino, un primo bilancio

La riforma dell’organizzazione comune di mercato del vino, la cosiddetta “OCM vino”, varata ormai quasi quattro anni fa con il regolamento comunitario n. 479/2008, ha segnato un deciso cambiamento di rotta delle politiche agricole comunitarie in ambito vitivinicolo. L’impronta fortemente protezionistica dei mercati perseguita attraverso le tradizionali misure di sostegno, intese a garantire l’equilibrio tra domanda e offerta di prodotti vitivinicoli, che caratterizzava la precedente OCM, è stata gradualmente abbandonata a favore di misure di sostegno comunitarie volte a incoraggiare strategie di sviluppo e di consolidamento del comparto.

OCM vino, un primo bilancio leggi su MYKB

(Imbottigliamento, 31/05/2012, L27) - Notiziario: 05/2012
 
Alimenti preimballati e non: le informazioni obbligatorie e la loro presentazione

Il recente Regolamento UE n. 1169/2011 si è preoccupato di imporre regole circa il posizionamento e le modalità di disposizione sugli imballaggi alimentari delle informazioni obbligatorie per gli alimenti preconfezionati e anche quelle relative ai non preconfezionati. Ecco nel dettaglio quali sono.

Alimenti preimballati e non: le informazioni obbligatorie e la loro presentazione leggi su MYKB

(Il Latte, 30/04/2012, L26) - Notiziario: 04/2012
 
Aggiornamenti al via per le sostanze allergizzanti

Le novità inserite dal regolamento 1169/2011 UE, evolutive rispetto alle disposizioni precedenti, sono particolarmente importanti per quella fascia della popolazione soggetta ad allergie alimentari e confermano il principio secondo il quale le norme in materia di etichettatura degli alimenti hanno come scopo quello di tutelare la salute del consumatore attraverso un’informazione corretta e trasparente. Le ultime disposizioni del legislatore si rifanno a un percorso legislativo che ha preso corpo con la direttiva europea del 2003, chiamata “direttiva allergeni”, che ha introdotto l’argomento delle sostanze allergeniche e i relativi effetti.

  Aggiornamenti al via per le sostanze allergizzanti leggi su MYKB

(Macchine Alimentari, 30/04/2012, L25) - Notiziario: 04/2012
 
Sulla commercializzazione ed etichettatura dell'olio d'oliva

La normativa base comunitaria in materia di commercializzazione dell’olio di oliva è il regolamento (CE) n. 1019/2002 della Commissione (GU L 155 del 14.6.2002, pag. 27). Nel tempo ha subito numerose integrazioni e modificazioni, anche a seguito del dibattito sulle norme di etichettatura e sulla tutela della qualità. L’Unione europea ha ritenuto necessario pervenire a una riscrittura di questo coacervo di norme, emanando il regolamento di esecuzione (UE) n. 29/2012 della Commissione del 13 gennaio 2012, relativo alle norme di commercializzazione dell’olio d’oliva.

Sulla commercializzazione ed etichettatura dell'olio d'oliva leggi su MYKB

(Imbottigliamento, 30/04/2012, L24) - Notiziario: 04/2012
 
Stampa e web: una legge per due

La nuova legge sull'editoria (n°62/01) ha esteso le vecchie norme sulla stampa anche all'informazione online. Ciò crea non pochi problemi: è alquanto difficile adattare una disciplina giuridica pensata per la carta stampata e datata 1948 al moderno canale dell'online.

(Pubblicità Italia, 01/03/2012, L23) - Notiziario: 03/2012
 
Allergia d'elite

A partire dal prossimo giugno, scatterà l’obbligo di indicare in etichetta l’eventuale presenza di ingredienti alimentari più frequentemente coinvolti in casi di patologie allergiche. E questo riguarderà anche i vini. Arriva quindi l'obbligo di indicare in etichetta i derivati di uova e latte impiegati in chiarifica. Anche se la percentuale di adulti potenzialmente allergici a quantitativi limitati di tali sostanze è davvero esigua. L’obbligo di indicare la presenza di tracce di sostanze che causano problemi a pochissimi soggetti nel mondo rischia di avere un impatto gravissimo sulla percezione e l’immagine del vino come prodotto globale.

(Vigne Vini & Qualita', 29/02/2012, L22) - Notiziario: 03/2012
 
Nuovo Regolamento 1169/2011: le pratiche leali d'informazione

Le “Pratiche leali d’informazione” in realtà altro non sono se non l’aggiornamento di quelle che, nella vecchia disciplina in materia, venivano poste sotto il titolo di “Finalità dell’etichettatura dei prodotti alimentari” (art. 2 del decreto l.vo n. 109/1992 e successive modifiche), norme che una volta, magari ancor più esplicitamente, nel primo testo originario di questa disciplina venivano intitolate come “Pubblicità”. Sono le regole che mirano a garantire un’informazione leale e veritiera verso il consumatore.

(Il Latte, 01/03/2012, L21) - Notiziario: 03/2012
 
Arriva l'anno zero della privacy?

Una direttiva europea di prossima approvazione stabilisce che per i dati personali raccolti per finalità di marketing occorre il consenso dell'interessato. E' un cambiamento importante che allinea la normativa italiana sulla tutela dell privacy a quella di tutti gli altri paesi europei. L'Italia era infatti l'unico stato dell'Ue, insieme all'Austria, ad avere recepito la direttiva comunitaria 95/46 applicando la tutela dei dati personali, oltre che alle persone fisiche, alle persone giuridiche.

(Promotion, 31/01/2012, L20) - Notiziario: 01/2012
 
La nuova etichettatura alimentare è norma europea

Lo scorso 22 novembre è stato ppubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il nuovo Regolamento comunitario 1169/2011, relativo alla fornitura delle informazioni sugli alimenti ai consumatori. Questa normativa segna un passo fondamentale per il mercato dell'industria alimentare: tutelerà i consumatori, che avranno maggiori informazioni sui prodotti che acquistano, e le aziende, che opereranno in un quadro normativo uniformato e chiaro.

(Eurocarni, 01/01/2012, L19) - Notiziario: 01/2012
 
Mangio fuori solo se garantito

La certificazione di qualità, a partire dalla norma Iso 9001, è un elemento qualificante per le aziende di ristorazione collettiva. Questa norma qualifica l’attività dell’azienda, rappresentando un plus competitivo che contribuisce a rafforzare la sua credibilità, e garantisce il riconoscimento delle sue competenze. E può fare la differenza anche per il consumatore, per il quale la certificazione si presenta come un’ulteriore garanzia in termini di sicurezza alimentare.

(Largo Consumo, 31/12/2011, L18) - Notiziario: 01/2012
 
Le novità del quarto Conto Energia - II parte

Il 5 maggio 2011 è stato firmato il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico che regola le tariffe incentivanti per la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici. Ecco in dettaglio quali saranno i vincoli degli incentivi e dei premi stabiliti nel decreto. Conoscere a fondo il contenuto di uno strumento giuridico come il Conto Energia è fondamentale per non perdere opportunità di business nel settore del fotovoltaico.

(Watt Elettroforniture, 31/12/2011, L17) - Notiziario: 09/2011
 
Le novità del quarto Conto Energia - I parte

Lo scorso 5 maggio 2011 è stato firmato l’atteso decreto del Ministro dello Sviluppo Economico che regola le tariffe incentivanti riconosciute per la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici che entrano in servizio dal 1 giugno 2011 al 31 dicembre 2016. Ecco quali sono le le nuove regole, le cifre e gli incentivi pianificati.

(Watt Elettroforniture, 31/12/2011, L16) - Notiziario: 09/2011
 
Quale tutela per le denominazioni protette

La Corte di Giustizia dell’Unione europea ha chiarito che «le denominazioni registrate sono tutelate contro qualsiasi usurpazione, imitazione o evocazione, anche se l’origine vera del prodotto è indicata o se la denominazione protetta è una traduzione» e ha rilevato che nel caso specifico del prodotto denominato 'Parmesan' «sussistono analogie fonetiche e ottiche fra le denominazioni “parmesan” e “Parmigiano Reggiano” in un contesto in cui i prodotti di cui è causa sono formaggi a pasta dura, grattugiati o da grattugiare, cioè simili nel loro aspetto esterno»; di conseguenza, «l’uso della denominazione “parmesan” dev’essere considerato un’evocazione della DOP “Parmigiano Reggiano”».

(Il Latte, 01/12/2011, L15) - Notiziario: 08/2011
 
L'etichettatura facoltativa delle carni bovine

Con il Regolamento (CE) n°1760/2000 si passa da un sistema volontario di etichettattura delle carni bovine e dei prodotti a base di carni bovine a un sitema misto, in cui informazioni obbligatorie e volontarie risultano essere fornite congiuntamente. Il DM 30.8.2000 ha fissato i termini e le modalità di applicazione per consentire l'attività degli operatori e delle organizzazioni interessate al sistema di etichettattura facoltativa delle carni bovine, previsto dal Regolamento (CE) n°1760/2000.

(Eurocarni, 01/11/2011, L14) - Notiziario: 07/2011
 
Pronto, buonasera, ha due minuti?

Lo scorso 5 maggio il Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti, che riunisce le associazioni di consumatori riconosciute, si è espresso favorevole al consenso preventivo per ricevere proposte commerciali di telemarketing. Si tratta quindi di uno stop al telemarketing libero, dovuto alla mancata attuazione di una parte della legge 166/2009. La nuova regolamentazione avrebbe dovuto cambiare le regole del telemarketing, a vantaggio del consumatore. Ma il piano di attuazione di queste regole non è ancora stato attuato.

(Largo Consumo, 01/10/2011, L12) - Notiziario: 06/2011
 
Contatto diretto

Il tema della sicurezza alimentare sta ampliando i suoi confini e interessa sempre più anche le aziende che producono i materiali che vengono a contatto con gli alimenti. Questa crescente attenzione ha portato alla stesura di nuove leggi e normative che regolamentano l'attività di chi si occupa di packaging. Ecco quali sono i principali decreti.

(Largo Consumo, 30/09/2011, L11) - Notiziario: 05/2011
 
Sistema di allarme rapido: importanti novità

Il sistema di allarme rapido (c.d. RASFF) è stato introdotto dall’art. 50 del Reg. Ce n. 178/2002 per fronteggiare situazioni di emergenze sanitarie in campo di alimenti e di mangimi: l’art. 50 suindicato, infatti, prevede tale meccanismo tutte le volte in cui vi è un rischio grave, diretto o indiretto, per la salute, dovuto a un alimento o a un mangime.

(Il Latte, 30/09/2011, L10) - Notiziario: 05/2011
 
I costi minimi di sicurezza: cosa cambia?

A decorrere dal 13 giugno 2011 sono entrate in vigore le disposizioni contenute nell’articolo 83 bis del D.L. 112/08 aventi ad oggetto la determinazione del corrispettivo dovuto dal committente al vettore per le prestazioni di trasporto eseguite in adempimento di un contratto di trasporto stipulato in forma scritta, ai sensi dell’articolo 6 del decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286. Il comma 4 di tale norma ha infatti stabilito, “al fine di garantire la tutela della sicurezza stradale e la regolarità del mercato dell’autotrasporto di merci per conto di terzi”, che “l’importo a favore del vettore deve essere tale da consentire almeno la copertura dei costi minimi di esercizio, che garantiscano, comunque, il rispetto dei parametri di sicurezza normativamente previsti”.

(Logistica, 01/09/2011, L09) - Notiziario: 04/2011
 
L'autorizzazione integrata ambientale e le migliori tecniche disponibili

La direttiva 96/61/CE del Consiglio, del 24 settembre 1996, sulla prevenzione e la riduzione integrate dell’inquinamento, è stata modificata in modo sostanziale e a più riprese. A fini di razionalità e chiarezza, l’Ue ha ritenuto opportuno provvedere alla codificazione di tale direttiva, con la direttiva 2008/1/CE del 15 gennaio 2008 e successivamente con la più recente direttiva 2010/75/UE.

(Imbottigliamento, 01/09/2011, L08) - Notiziario: 04/2011
 
La nuova normativa dei sottoprodotti di origine animale

La normativa sui sottoprodotti di origine animale è stata recentemente rivista con il REG. CE 1069/2009 che ha abrogato e sostituito il REG. CE 1774/2002 che è divenuto applicabile dal 4 marzo scorso. Anche il T.U. sull’ambiente ha disciplinato i sottoprodotti cercando di risolvere le problematiche concrete che si possono presentare in ordine alla gestione di questi materiali che molto spesso possono essere ricondotti alla disciplina sui rifiuti.

(Il Latte, 01/08/2011, L07) - Notiziario: 03/2011
 
Etichetta d'origine, quale futuro?

Fortemente voluto da Coldiretti e, più in generale, dalle confederazioni agricole, il disegno di legge che rende obbligatoria in etichetta l’indicazione del luogo d’origine o di provenienza dei prodotti agroalimentari, è stato approvato all’unanimità dalla Commissione agricoltura della Camera. Ma come la prenderanno a Bruxelles?

(Macchine Alimentari, 01/02/2011, L06) - Notiziario: 02/2011
 
Sara' rivoluzione?

Il 14 giugno 2011 inizierà l’applicazione del Regolamento Ce 1107/2009 relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari, che imporrà adattamenti significativi a questo settore. Il nuovo regolamento disegna nuovi scenari. Ma non tutto ancora è definito.

(Vigne Vini & Qualita', 01/04/2011, L05) - Notiziario: 02/2011
 
Le criticita' del trasporto dei prodotti agroalimentari

L’Ateneo di Bologna, nei dipartimenti di Ingegneria Industriale (DIEM) e di Scienze degli Alimenti, in collaborazione con numerosi enti di ricerca internazionali, tra cui il Georgia Tech di Atlanta, ha avviato, per la prima volta in Italia, un progetto di ricerca denominato “Food Supply Chain”, il cui scopo principale è l’approfondimento delle problematiche che derivano dal trasporto di prodotti agroalimentari nelle spedizioni internazionali attraverso lo studio delle modalità e delle condizioni di trasporto.

(Logistica, 01/04/2011, L04) - Notiziario: 02/2011
 
Norme per tutti

Con il recepimento della Direttiva Europea 2009/48/CE sulla sicurezza dei giocattoli, dal 10 marzo scorso in Italia sono pienamente in vigore le disposizioni a tutela della sicurezza dei consumatori, soprattutto i bambini.

(GEC Il Giornale del Cartolaio, 01/04/2011, L03) - Notiziario: 01/2011
 
La nuova disciplina del packaging alimentare

La Commissione europea integra le regole generali sui materiali a contatto con gli alimenti previste dal Regolamento 1935/2004 CE e, con le disposizioni contenute nel Regolamento 10/2011, disciplina i soli materiali plastici, inclusi gli oggetti multistrato multi-materiali, destinati al packaging alimentare.

(Macchine Alimentari, 01/04/2011, L02) - Notiziario: 01/2011
 
I controlli legali dei distributori automatici

La progettazione, la costruzione e la messa in servizio degli erogatori di liquidi devono rispettare quanto previsto dalla direttiva MID che, al fine di armonizzare le disposizioni e le prove di conformità sul territorio comunitario, ha sancito la centralità degli Organismi Notificati a cui è demandata la valutazione di conformità.

(Imbottigliamento, 01/04/2011, L01) - Notiziario: 01/2011