Trendwatching - Tecnologia

 
Economia
Il mobile commerce vola

Le vendite online attraverso lo smartphone o tablet in Italia registrano la maggior crescita. Nonostante le vendite offline abbiano avuto una flessione del 2%, l’e-commerce B2C è cresciuto del 19%, portando le vendite da siti con operatività in Italia a 9,5 miliardi di euro. Aumenta del 18% anche il valore dei prodotti acquistati online dagli italiani, che si avvicina agli 11 miliardi di euro. La moda ha un ruolo da protagonista: è uno dei settori prediletti dai 12 milioni di web acquirenti italiani, in crescita del 33% rispetto al 2011. Il mobile commerce rappresenta uno dei nuovi e più promettenti terreni di sfida sia per le imprese dotcom sia per le aziende: basti pensare che il 20% del fatturato di venteprivee.com è legato al mobile shopping.

Il mobile commerce vola leggi su MYKB

(Il Sole 24 Ore Moda 24, Ven, 02/11/2012, ICT52) - Notiziario: 11/2012
 
Faremo shopping con Nfc

Tra qualche settimana sarà possibile utilizzare il telefonino come una carta di credito. Dopo quattro anni di sperimentazioni, anche in Italia a inizio 2013 partiranno i primi servizi commerciali «Nfc», Near field communication. Attraverso il cellulare sarà possibile pagare in modalità analoga a quella delle carte contactless. Il telefonino diventerà un vero e proprio portafoglio, completo di buoni sconto, dati delle carte fedeltà e biglietti di vario tipo. Nel 2013 si prevede che almeno 6 milioni di italiani potranno utilizzare il cellulare come portafoglio, pari al numero di cellulari Nfc già comprati in Italia. Ormai sono Nfc moltissimi smartphone popolari, che per essere utilizzati per i pagamenti necessitano di una sim speciale da richiedere all’operatore telefonico.

Faremo shopping con Nfc leggi su MYKB

(L'Espresso, 08/11/2012, ICT51) - Notiziario: 11/2012
 
La nuova Internet

L’audience online è profondamente cambiata negli ultimi quattro anni: ha avuto un incremento sia in termini numerici (del 51,5% nel giorno medio) sia sotto il profilo socio-demografico e a livello di fruizione. Oggi si assiste anche alla significativa crescita di quei target che in passato erano più facilmente appannaggio del mezzo televisivo. I giovani sono sempre di più online (+29,6% dei 16-34enni) e cresce del 57,2% il segmento peculiare delle casalinghe. Cresce il consumo di news (+10%) e di video (+9,7%), l’interesse verso l’e-commerce (+11%) e la rilevanza del tempo dedicato ai social network (6 ore e 52 minuti nel mese): tutti fattori che giocano un ruolo importante nell’ambito della fruizione indiretta dei contenuti online.

La nuova Internet leggi su MYKB

(Media Key, 31/10/2012, ICT50) - Notiziario: 11/2012
 
Social network e Customer Experience

Dalla ricerca “Customer Experience & Social Network, Quali strumenti offre l’ICT per gestire le conversazioni con i clienti B2B e B2C”, condotta da SDA Bocconi, emerge che le aziende di tutti i settori hanno compreso la potenzialità e intravedono un’opportunità di business nei social network, ma nella maggior parte dei casi non hanno chiaro cosa e come fare per concretizzare questa sensazione. C’è invece maggiore chiarezza sulle possibilità di utilizzare i social network a fini di marketing, vendita e post vendita. Anche se sorge il dubbio su come entrare in contatto coi milioni di clienti (e potenziali clienti) iscritti ai social network per migliorare ed efficientare i tradizionali processi. Il web 2.0 infatti può in alcuni casi abilitare nuovi modi di approccio e di interazione con i prospect e con i clienti.

Social network e customer experience leggi su MYKB

(Azienda Banca, 30/09/2012, ICT49) - Notiziario: 10/2012
 
La rivoluzione di Windows 8

Windows 8 ha debuttato il 26 ottobre scorso. Il nuovo sistema operativo di Microsoft rivoluziona l'uso del pc con un'interfaccia e un motore completamente ridisegnati rispetto alle precedenti edizioni. Microsoft ha pensato Windows 8 per funzionare perfettamente e offrire un'esperienza d'uso omogenea su tutti i tipi di personal computer, dai pc all in one fino ai tablet e ai modelli convertibili, passando per i notebook sempre più spesso dotati di uno schermo touch. E' ancora più veloce di Windows 7 e in grado di funzionare con i processori Intel e con quelli Arm. Con Windows 8 è possibile scegliere tra un catalogo di migliaia di applicazioni acquistabili in Rete, esattamente come avviene con gli smartphone.

La rivoluzione di Windows 8 leggi su MYKB

(Milano Finanza, 27/10/2012, ICT48) - Notiziario: 10/2012
 
I consigli per lo shopping arrivano dai social

Il comparto delle vendite online cresce, ed è sempre più legato ai canali social. I nuovi media sono ormai ritenuti delle fonti autorevoli di informazione nei processi di acquisto, al punto che il loro utilizzo ha raggiunto una diffusione paragonabile a quella dei media tradizionali all'interno della popolazione internet italiana. I blog e i forum hanno una capacità di disconfirmation enorme. Ciò testimonia come il mix tra imparzialità percepita e autorevolezza del commentatore sia la combinazione più convincente per il consumatore nell'analisi dell'informazione reperita. Ecco i quanto emerge da una ricerca condotta dalla School of Management del Politecnico di Milano.

I consigli per lo shopping arrivano dai social leggi su MYKB

(Gdo Week, 15/10/2012, ICT47) - Notiziario: 10/2012
 
Guardami, saro' il tuo genio

Secondo i dati del Politecnico, a fine 2012 saranno 30 milioni gli italiani in possesso di uno smartphone. Dieci milioni in più rispetto al 2011. Secondo Sherry Turkle, la tecnologia seduce quando ciò che offre fa leva sulla nostra vulnerabilità e quando soddisfa il nostro bisogno antropologico di una perenne semplificazione. Gli smartphone soddisfano entrambe le esigenze: sono facili da utilizzare e ci fanno sentire più sicuri, perchè ci tengono in contatto con il nostro mondo. Ma qual è la reale utilità di questi telefoni di ultima generazione? Esiste? E qual è il modello più adatto alle nostre esigenze?

Guardami, saro' il tuo genio leggi su MYKB

(Panorama, 26/09/2012, ICT46) - Notiziario: 09/2012
 
Una nuvola per la ripresa

Il cloud coputing può essere la chiave di volta per ridurre il ritardo accumulato nell'Ict dal nostro Paese, con benefici particolarmente marcati per la piccola e media impresa e la pubblica amministrazione. In un contesto, quale quello italiano, che vede ampliarsi il gap di infrastrutture e competenze informatiche con i paesi avanzati è nato l'Osservatorio Cloud & Ict ad a Service. Ha lo scopo di monitorare la diffusione del cloud nelle sue diverse declinazioni e di identificare gli elementi di reale innovazione e le modalità con cui le aziende possono cogliere tali opportunità.

Una nuvola per la ripresa leggi su MYKB

(Largo Consumo, 31/08/2012, ICT45) - Notiziario: 09/2012
 
Metodo e processi per innovare

Per evolvere e crescere è necessario innovare le modalità di relazione con gli stakeholder, i canali distributivi, i brand e i prodotti. L'ambiente digitale dà un grande contributo all'innovazione, insieme alle piattaforme di chatting e forum, le community offrono un'opportunità per riuscire a cogliere i bisogni e generare idee costituendo un amplificatore di realtà. Le aziende devono attivare i propri asset per individuare nuovi modi per proporsi al mercato.

Metodo e processi per innovare leggi su MYKB

(Mark Up, 01/08/2012, ICT44) - Notiziario: 07-08/2012
 
Chi e' il social shopper italiano?

Una ricerca condotta da Ipsos, commissionata da Groupon, illustra il fenomeno del social shopping e le caratteristiche del social shopper. Il social shopper italiano utilizza abitualmente internet e i gruppo d'acquisto per i suoi acquisti, sono prevalentemente donne, tra i 25 e i 44 anni, laureate, responsabili degli acquisti nella famiglia e nella coppia. Tra le categorie di acquisto più gettonate per l'acquisto online ci sono: la ristorazione, i pacchetti benessere e i trattamenti di bellezza, e i viaggi. Il social shopping viene effettuato per soddisfare piaceri particolari, non necessità primarie.

Chi e' il social shopper italiano? leggi su MYKB

(Media Key, 30/06/2012, ICT43) - Notiziario: 06/2012
 
Fotovoltaico pronto alla scalata

E' già partita l'era dei post-incentivi per il mercato delle energie rinnovabili. La Commissione europea ha stabilito che entro il 2020 i consumi energetici dell'Europa dovranno essere coperti per un quinto dalle fonti rinnovabili. Secondo il ministro Passera, l'Italia arriverà a quella data con una quota non inferiore al 32-35%, grazie alle condizioni climatiche e alla generosa politica incentivante degli ultimi anni. Con l'approvazione del Quinto Conto Energia, che dovrebbe entrare in vigore da fine estate, verranno però ridotti gli incentivi a sostegno del fotovoltaico, per evitare che il mercato sia ancora una volta messo a dura prova.

Fotovoltaico pronto alla scalata leggi su MYKB

(L'Impresa, 01/07/2012, ICT42) - Notiziario: 06/2012
 
La tecnologia al potere

Uno studio globale condotto da Ca Technologies ha rilevato che gli uomini dei bit sono determinati a fare carriera, passando dal settore tecnologico alla leadership aziendale. Il 55% di loro è idealmente pronto a passare a funzioni di general management e il 44% pensa di poter ricoprire il ruolo di Ceo. Grazie alla spinta del cloud computing, che sta spostando progressivamente la funzione dei responsabili dei sistemi informativi verso ambiti più strategici al servizio dell'impresa.

La tecnologia al potere leggi su MYKB

(Economy, 09/05/2012, ICT41) - Notiziario: 05/2012
 
Verso una nuova internet

L'Osservatorio New Media & New Internet ha valutato quantitativamente il mercato dei media digitali in tutte le sue declinazioni, analizzandone in dettaglio gli ambiti più innovativi. Nel 2011 il giro d'affari del settore italiano dei media è diminuito ed è sceso a 16,7 miliardi di euro. Ciò a causa dei mezzi tradizionali, che fanno registrare un calo del 5%, e dei nuovi media, che crescono del 7%. Lo stesso web sta attraversando un cambiamento paradigmatico, tanto da poter parlare un una vera e propria era della "nuova internet".

Verso una nuova internet leggi su MYKB

(Media Key, 30/04/2012, ICT40) - Notiziario: 05/2012
 
Nella fattoria di Chrome

Chrome sta diventando il programma più utilizzato al mondo per navigare sul web. In Italia è al primo posto. E' stato creato da Lars Bak e a livello mondiale è secondo solo a Internet Explorer della Microsoft che lo distanzia di pochi punti percentuali. Ma se il trend continuasse lo storico sorpasso potrebbe avvenire prima dell'estate, Firefox e Safari sono già stati superati, pur essendo nati prima di Chrome. Il segreto di Chrome? Il suo motore software, che lo fa essere più veloce nel caricare le pagine.

 Nella fattoria di Chrome leggi su MYKB

(Panorama, 11/04/2012, ICT39) - Notiziario: 04/2012
 
Le app per decidere piu' in fretta

I sistemi di supporto alle decisioni oggi si usano in mobilità, direttamente attraverso lo smartphone o il tablet. La mobile business intelligence rende i propri addetti più produttivi, migliora il servizio ai clienti, velocizza i processi e aiuta a prendere decisioni di qualità in modo più rapido, ma soprattutto senza nessun vincolo rispetto alla location. Le app sono la nuova frontiera per sviluppare soluzioni che rendono le imprese più competitive.

Le app per decidere piu' in fretta leggi su MYKB

(Business, 30/04/2012, ICT38) - Notiziario: 04/2012
 
L'analisi fa il sentiment e il mercato

Le nuove tecnologie analitiche consentono oggi una gestione completa e unica di tutte le attività legate alla comunicazione, alla pubblicità, al rapporto col cliente. Secondo un rapporto Gartner del 2011, l'Integrated marketing management (Imm) è l'approccio che può incrementare il Roi delle attività marketing fino al 50%, grazie all'integrazione tra più canali e attraverso l'utilizzo di sofisticati strumenti che misurano l'efficacia delle campagne. Sas offre alle aziende soluzioni di software di business analitycs, rispondendo così alle nuove esigenze dei clienti.

 L'analisi fa il sentiment e il mercato leggi su MYKB

(Economy, 28/03/2012, ICT37) - Notiziario: 03/2012
 
Anche le piccole aziende scoprono i social media

Le aziende italiane utilizzano i social media per attività di marketing e comunicazione. Soprattutto le Pmi, che sono passate dal 9,8 della rilevazione di fine 2010 all'attuale 43%. Questo è quanto emerge dalla seconda edizione dell'Osservatorio Iulm sull'uso dei Social Media. La ricerca ha considerato sei settori economici di riferimento: moda, alimentare, ospitalità, pubblica amministrazione banche e arredamento. Lo strumento più popolare si conferma Facebook, ma crescono anche Twitter, LinkedIn e You Tube.

Anche le piccole aziende scoprono i social media leggi su MYKB

(Nova 24 (Il Sole 24 Ore), 11/03/2012, ICT36) - Notiziario: 03/2012
 
Quando non bastano firewall aziendali e password di accesso

Ogni dispositivo collegabile a una rete Ethernet è contraddistinto da un codice unico al mondo denominato «MAC Address», è etichettato da un insieme di numeri che lo identificano con precisione. In Internet è però possibile reperire moltissimi programmi che mondificano il MAC Address di ogni dispositivo riuscendo così a ingannare firewall e liste «trust». Ma allora non c’è speranza? Siamo inevitabilmente soggetti alla pirateria senza poterci difendere? Non è detto. In realtà i mezzi di difesa ci sono. Il problema è che, spesso, per pigrizia o per superficialità si tende a non utilizzarli o a utilizzarli in maniera non corretta.

Quando non bastano firewall aziendali e password di accesso leggi su MYKB

(Industria della Carta, 01/03/2012, ICT35) - Notiziario: 03/2012
 
Sanità 2.0

Il fenomeno della sanità 2.0 si sta diffondendo in tutto il mondo. Il paziente, grazie alle nuove tecnologie, partecipa oggi più attivamente alla cura. In un futuro imminente, Internet ci curerà, un tablet ci aiuterà nel momento in cui saremo malati o anziani, uno smartphone ci terrà in contatto con i medici e condivideremo sul Web le nostre esperienze mediche con gli altri pazienti. E a guadagnarci sarà la nostra salute.

 Sanita' 2.0 leggi su MYKB

(L'Espresso, 08/03/2012, ICT34) - Notiziario: 03/2012
 
Nuova sfida a tablet e smartphone

Il Byod potrebbe diventare l'incubo peggiore degli It manager e dei responsabili della sicurezza. Significa "Bring Your Own Device" e descrive il fenomeno della consumerizzazione dell'It. Consiste nella tendenza di dipendenti e collaboratori a portare sul posto di lavoro dispositivi come smartphone e tablet, acquistati privatamente. Questi gadget digitali possono trasferire alla rete aziendale eventuali malware e virus presi all'esterno a causa di comportamenti troppo disinvolti o della mancanza di strumenti di protezione adeguati. E' il rovescio della medaglia della mobilità.

(Economy, 15/02/2012, ICT33) - Notiziario: 02/2012
 
Pinterest social boom

Pinterest è il social network più interessante degli ultimi tempi, che cresce in maniera esponenziale, perchè unisce sogni e desideri degli utenti alla forza delle relazioni e delle immagini. E' come una bacheca universale, dove è possibile affiggere tutte le nostre passioni, sogni, aspirazioni, ma sempre in forma di immagini. Gli utenti di Pinterest sono cresciuti del 4 mila per cento nell'ultima parte del 2011; sono stati 11 milioni nella sola settimana di Natale, battendo in quel periodo Google+ e Tumblr. Gli utenti per ora possono accedere su invito e stanno crescendo a dismisura. E tu, sei su Pinterest?

(L'Espresso, 23/02/2012, ICT32) - Notiziario: 02/2012
 
La Rete del lavoro

LinkedIn è il nuovo mercato del lavoro e un nuovo strumento di recruiting. La community cresce al ritmo di due nuovi membri al secondo, perchè domanda e offerta viaggiano veloci e il meccanismo funziona. Sono 2,8 milioni gli italiani che ogni giorno lo utilizzano per trovare e farsi trovare dalle aziende, che sempre più spesso bypassano le agenzie per il lavoro e di executive search per cercare e trovare risorse su LinkedIn. LinkedIn è oggi la più grande agenzia di collocamento del mondo per manager e professionisti. Cerchi lavoro? Cerchi figure professionali da inserire nel tuo organico? Sei su LinkedIn?

(Economy, 08/02/2012, ICT31) - Notiziario: 02/2012
 
La crisi affonda le vendite hi-tech

Secondo i dati dell’Osservatorio Gfk-Temax, nel terzo trimestre del 2011 la crisi ha colpito il mercato italiano dei technical consumer goods, che registra una contrazione delle vendite del -9,7% e un giro d'affari di 4,2 miliardi di euro. Alla base di questo dato non ci sarebbe tanto il confronto con i risultati brillanti dei periodi precedenti, ma una riduzione sempre più marcata della torta. Gli unici comparti che riportano una tendenza positiva sono la telefonia (+3,4%), grazie alla sostituzione tra cellulare e smartphone, e i settori innovativi, come i Web book, che però rappresentano una fetta troppo esigua per riuscire a ribaltare il risultato finale.

(Apparecchi Elettrodomestici, 01/02/2012, ICT30) - Notiziario: 02/2012
 
Windows 8 trasformerà computer, tavolette, telefoni e tv

E' in arrivo Windows 8, una nuova versione del sistema operativo Microsoft. Offrirà un nuovo modo di interagire sia con le tavolette sia con il computer, può essere infatti utilizzato sia su schermi touch sia con mouse e tastiera dei computer tradizionali. La nuova grafica si basa su un nuovo tipo di icone ribattezzate "tiles", lo schermo diventa vivo e mostra in tempo reale tutte le attività social, che si possono scorrere in orizzontale semplicemente sfiorando lo schermo. Attendiamo la fine di febbraio per testare la versione prova.

(L'Espresso, 25/01/2012, ICT29) - Notiziario: 01/2012
 
Lo shopping nel futuro sarà mobile

L'm-commerce nel 2011 è cresciuto del 210%, per un valore che passa da 26 a 81 milioni di euro, pari all'1% del totale generato dall'e-commerce nel nostro paese. I numeri sono ancora piccoli, ma destinati a crescere, soprattutto nei casi in cui l'utilizzo di smartphone porti dei chiari benefici per il cliente, come la semplificazione del processo d'acquisto, la soddisfazione di un bisogno nato da un impulso, l'integrazione con l'esperienza di shopping in negozio. Lo smartphone diventerà la bacchetta magica del consumo!

(Fashion, 31/01/2012, ICT28) - Notiziario: 01/2012
 
Kindle delle mie brame

E' sbocciata la primavera dell'e-book italiano. Che rappresenta oggi il modo più comodo e più economico per leggere i libri e è ormai destinato a imporsi nelle abitudini degli italiani e a incidere su come gli editori creano e vendono libri. Nel 2011 sono quadruplicati i libri digitali italiani, ma la differenza la fa soprattutto il recente lancio del Kindle di Amazon anche in Italia a 99 euro, il primo segno di svolta per l'e-book italiano. Ma quali sono i segreti del successo di Kindle?

(L'Espresso, 12/01/2012, ICT27) - Notiziario: 01/2012
 
Tutti pazzi per gli smartphone

Secondo i dati emersi da ThinkMobile, il primo evento dedicato all’ecosistema mobile organizzato da Google, in Italia sono 20 milioni gli utenti di smartphone, in crescita del 52% rispetto al 2010. Un dato rilevante è che nel 2011 le ricerche effettuate da dispositivi mobili sono aumentate del 224% e si sta ampliando anche l’M-commerce: il 23% degli utenti smartphone ha infatti già effettuato un acquisto via cellulare. Il successo del comparto mobile diventa un'opportunità di business per le aziende.

(Apparecchi Elettrodomestici, 31/12/2011, ICT26) - Notiziario: 09/2011
 
Smart city

Sono moltissime le aziende al lavoro per rendere sostenibili le città. E sono numerosi i centri urbani che fanno del risparmio energetico il loro obiettivo e della qualità della vita il loro sogno. Il paesaggio urbano cambia, i lampioni controllano il traffico e i consumi, le centraline per la ricarica delle auto elettriche cominciano ad apparire nelle città e le pale eoliche e i pannelli sono di design. Di smart city in Italia ce ne sono diverse. Da Bolzano a Firenze, da L'Aquila a Bari ecco quali sono e cosa fanno.

(L'Espresso, 15/12/2011, ICT25) - Notiziario: 09/2011
 
I media personali nell'era digitale

Una ricerca condotta dal Censis cerca di dare una risposta a quali siano i media più diffusi, quale la loro reputazione, quali i preferiti dai consumatori e i più credibili. Il modo di comunicare si è evoluto, si è attenuato il digital divide e si è affermato un nuovo press divide che testimonia la crescente estraneità nei confronti delle lettura della carta stampata. E anche la comunicazione multimediale, così come molti momenti della vita economica, sociale e culturale del nostro Paese, è ormai caratterizzata da una tendenza ai consumi personali e autogestiti.

(Apparecchi Elettrodomestici, 30/11/2011, ICT24) - Notiziario: 08/2011
 
App Economy salvaci tu

La App Economy americana cresce. L'App store della Apple oggi registra 58 milioni di utenti che spendono in media 4,75 dollari mensili ciascuno, per un fatturato che nel 2010 ha raggiunto i 4 miliardi di euro e probabilmente nel 2011 toccherà i 7 miliardi. Questo settore è diventato un volano dell'economia Usa: a fine 2011 il mercato complessivo delle App raggiungerà i 15 miliardi di dollari di fatturato, con un trend di crescuta che prevede il superamento dei 54 entro il 2014.

(L'Espresso, 17/11/2011, ICT23) - Notiziario: 07/2011
 
Facciamola social

La televisione sta cambiando, ora si parla di social tv, next tv, in ottica sia strategica che meramente tecnologica. Una tv social è utile non solamente agli utenti che possono partecipare saltando le obsolete dinamiche della telefonata da casa e delle interminabili code ai centralini, ma anche a chi la televisione la produce e gestisce le entrate pubblicitarie dei programmi televisivi. Sulla scia dei social network anche la tv è diventata social!

(Pubblicità Italia, 01/10/2011, ICT22) - Notiziario: 06/2011
 
Voglio una plastica naturale

La lista dei materiali inconsueti che in un futuro molto vicino costituiranno la struttura della nuova plastica si allunga di giorno in giorno, andando dalle barbabietole alle alghe. Un professore dell’università del Nebraska sta studiando il modo migliore per aggregare le molecole di cheratina che compongono le penne dei volatili in modo da realizzare delle termoplastiche, non derivate dal petrolio e biodegradabili in tempi stretti. Nec sta lavorando con i gusci di anacardi per produrre una plastica durevole e resistente, adatta a computer e telefonini, e partirà con la produzione di questa plastica "green" entro il 2013. Il futuro è nelle bioplastiche!

(L'Espresso, 06/10/2011, ICT20) - Notiziario: 05/2011
 
Quotidiani al passo digitale

Dal rapporto dedicato a "I media personali nell'era digitale" emerge la diminuzione del digital divide, con un'utenza internet a quota 53,1%, e il parallelo aumento del press divide, mentre quasi l'80% del campione chiede che l'accesso di tutti i contenuti su Internet sia gratuito e solo il 25% ritiene sia giusto pagare per contenuti di qualità. I quotidiani italiani sono in crisi, sia per la diminuzione delle copie cartacee sia per il business model digitale che verrà, ora in via di sperimentazione. Ma qual è la risposta degli editori?

(Pubblicità Italia, 30/09/2011, ICT19) - Notiziario: 05/2011
 
Chi ha paura di Internet

Il 70% degli universitari italiani ha dichiarato che non può vivere senza la Rete. Questo uno dei dati emersi dal Cisco Connected World Technology Report 2011, una ricerca condotta globalmente in 14 Paesi che ha coinvolto 2.800 intervistati tra i 20 e i 30 anni, studenti e giovani professionisti. Le aziende italiane non hanno ancora capito che l'esistenza digitale e quella fisica delle nuove generazioni sono un tutt'uno. E il 50 per cento degli italiani teme ancora il Web. Il dato è unico in Europa e alquanto allarmante. Perchè Internet ci fa ancora paura?

(L'Espresso, 22/09/2011, ICT18) - Notiziario: 04/2011
 
Il mobile payment: da strumento di pagamento a canale di relazione

Il mobile payment può essere analizzato in due prospettive: tecnologica e strategica. Affinchè si possa realizzare l'operazione di pagamento è necessaria la co-presenza di una tecnologia abilitante il trasferimento di dati e informazioni e la presenza di uno strumento di pagamento, in qualità di schema operativo al quale ricondurre l'operazione. Dal punto di vista strategico invece, si evidenzia come per la banca l'm-payment costituirà un ulteriore progresso nell'ampliamento e nell'integrazione dei servizi a favore del cliente.

(MK, 01/09/2011, ICT17) - Notiziario: 04/2011
 
Commercio elettronico: l'Italia in netta ripresa

Dopo la ripresa registrata nel 2010, per l'e-commerce italiano si prevede nel 2011 un incremento del 19% che porterà il valore complessivo delle vendite a quasi 8 miliardi di euro. Durante l'E-commerce Forum, evento di Netcomm che fotografa le nuove tendenze del settore degli acquisti online, sono stati presentati i dati sull'offerta in Italia e sul comportamento dei consumatori. E le prospettive per il mercato italiano sono ottime: rispetto al 2010 i consumatori comprano più spesso, spendono di più e diversificano maggiormente i propri acquisiti online. Ed è anche cresciuta la loro fiducia nei confronti del mezzo. Bisogna cavalcare quest'onda e puntare sul canale dell'e-commerce per crescere.

(Media Key, 30/06/2011, ICT16) - Notiziario: 03/2011
 
La tecnologia per la lotta al contante

Si è di recente celebrato il "No cash day", la giornata dedicata all'utilizzo di pagamenti alternativi, contro l'uso del denaro contante. La lotta al contante è diventata una questione importante, sia per l'industria dei sistemi di pagamento sia per gli enti nazionali impegnati nello sviluppo economico. I pagamenti elettronici hanno molti aspetti positivi, per questo si sta cercando di cambiare le abitudini radicate nella nostra cultura. Ma perchè eliminare il contante e prediligere il pagamento elettronico? Per ragioni di sicurezza, di risparmio in termini di gestione, per contrastare l'evasione e la falsificazione del denaro. E lei, come paga?

(Aziendabanca, 30/07/2011, ICT15) - Notiziario: 03/2011
 
Nel retailing italiano sono presenti le condizioni per la mobile revolution

La grande diffusione di smartphone connessi a internet genera un ecosistema digitale. A questi dispositivi si aggiungono tablet, notebook e console portatili, che hanno raggiunto una grande diffusione grazie alla loro crescente versatilità. Sono 11 milioni i mobile surfer, il 53% dei quali navigato tutti i giorni, il 29% più di una volta al mese. E anche sul piano qualitativo le attività svolte sul mobile internet stanno acquisendo un più spiccato connotato di maturità. La mobile revolution ha dato un nuovo impulso anche al mobile marketing: sfruttando la connettività la relazione tra aziende e consumatori è sempre più interattiva. E non bisogna trascurare le potenzialità di geolocalizzazione e realtà aumentata.

(Mark Up, 30/06/2011, ICT14) - Notiziario: 03/2011
 
L'unione fa lo sconto

L'acquisto condiviso è il grande fenomeno internet del 2011. Quella dello shopping collettivo è l'ultima novità con cui internet sta cambiando le nostre vite: un grande magazzino globale dove i saldi riguardano ogni genere di spesa e durano tutto l'anno, alla sola condizione di approfittarne per tempo. L'offerta si esaurisce in 24 ore, bisogna acquistare d'impulso, pagare subito. Si può poi usufruire del servizio acquistato entro qualche mese. L'acquisto viene approvato con un numero minimo di compratori... per cui: passaparola!

(Pambianco Week, 15/06/2011, ICT13) - Notiziario: 02/2011
 
Se il blogger ci mette una buona parola

Qual è il mercato dei blogger? Quanto costano e a che cosa possono servire? I blogger possono essere uno strumento insostituibile per la comunicazione d'impresa: conoscono il linguaggio della rete, sanno come generare traffico e soprattutto indicizzare un post perchè si guadagni posti d'onore nei motori di ricerca. E' fondamentale affidare il proprio corporate blog a chi ha dimestichezza con il mezzo e che dunque sappia come dare visibilità all'interno della blogosfera, sui social network e motori di ricerca. Ecco perchè Telecom ha ingaggiato una blogstar per un sito indipendente.

(Economy, 15/06/2011, ICT12) - Notiziario: 02/2011
 
L'Italia secondo Microsoft

In futuro non ci saranno più computer, tastiere o monitor. Saremo immersi in ambiente totalmente computerizzato, in cui la Rete e le sue informazioni ci raggiungeranno ovunque. Ecco quello che accadrà nel 2020 secondo Pietro Scott Jovane, a capo di Microsoft Italia. Tutto grazie al cloud. Cambierà il mondo del lavoro, l'istruzione, la scienza, la salute, ci sarà la dematerializzazione dei processi, la mobilità, la casa più ecosostenibile, il sistema dei pagamenti, le energie rinnovabili e... cosa prenderà il posto del pc? Staremo a vedere.

(L'Espresso, 26/05/2011, ICT11) - Notiziario: 02/2011
 
La for mula del MAR

Entro il 2016 saranno un miliardo gli smartphone abilitati alla realtà aumentata e si prevede che, a livello mondiale, il fatturato per le applicazioni passerà dagli attuali 11 milioni di dollari ai 3,4 miliardi del 2016. E' indispensabile che le aziende conoscano la realtà aumentata e le sue potenzialità, che a detta degli analisti del settore It è il business del futuro. E' una nuova forma di comunicazione che spazia dall'advertising alla domotica, grazie all'impiego delle tecnologie di realtà aumentata con cui sovrapporre oggetti in 3D, filmati, foto, informazioni. Benvenuti nell'era della Mobile augmented reality!

(Economy, 15/06/2011, ICT10) - Notiziario: 02/2011
 
Tutti contro Apple

Nel primo trimestre 2011 i ricavi dell'iPhone hanno superato quelli di tutti i cellulari Nokia: 9,4 contro 11,9 miliardi di dollari. I competitor di Apple stanno studiando dei prodotti più innovativi, per cercare di contrastare il monopolio di Steve Jobs. L'iPhone e il tablet iPad sono ancora leader per qualità del touch e del design, isabilità del software e garndezza del negozio delle applicazioni, ma i prodotti Android stanno migliorando e riscuotendo crescente successo. Sono tutti contro Apple!

(L'Espresso, 05/05/2011, ICT09) - Notiziario: 02/2011
 
Vendite online appena a 850 mln

Internet ha cambiato radicalmente il comportamento dei consumatori fino a profilare una generazione del tutto nuova, i digital natives. Social network e social media crescono con tassi esponenziali e internet sta ampliando l’offerta di connettività oltre il PC. La connettività con la rete diventa una costante. Siamo sempre connessi e online acquistiamo informazioni, soluzioni, utilities, tools, facilities. Ma in Italia solo cinque oggetti tecnologici su cento vengono acquistati su Internet. Siamo gli ottavi in Europa, con giro d’affari di 848 milioni di euro, in crescita del 6,8% rispetto al 2009. Perchè il mercato online nel nostro paese stenta a decollare?

(Apparecchi Elettrodomestici, 01/05/2011, ICT08) - Notiziario: 01/2011
 
La rivoluzione dei libri digitali

Cresce il mercato del libro nel 2009 e accelera nel 2010 pronto a confrontarsi con i numeri della rivoluzione digitale. L'e-book è il fenomeno del momento: negli Usa, il primo quadrimestre 2010 ha generato vendite in formato digitale superiori all'intero 2009. In Italia la situzione è differente, poichè non esiste ancora un vero e proprio mercato del libro digitale. Ecco cosa sta succedendo al mondo dell'editoria, che si sta dirigendo, a passo più o meno deciso verso nuovi scenari, nuovi formati e nuovi canali.

(Largo Consumo, 31/01/2011, ICT07) - Notiziario: 01/2011
 
Vi portero' a tavola con il telefonino

Qui! Group in 25 anni è diventata una holding a capitale interamente italiano diversificata nei servizi. Nel 2010 ha fatturato 400 milioni di euro, con una crescita media annua del +23% negli ultimi cinque anni. Il gruppo punta sull'innovazione tecnologica e sul progetto TornaQui!, che pesa già circa il 20% di fatturato e che ha nella rete e in una carta elettronica multiservizi la chiave dì'accesso a un circuito esclusivo di servizi e di vantaggi riservati alle aziende e al consumer. Il gruppo vuole inoltre sviluppare un'idea nuova: portare tutte le funzionalità della carta sul telefonino.

(Economy, 06/04/2011, ICT06) - Notiziario: 01/2011
 
E-retailing: viaggio oltre la crisi

In Italia l'utilizzo di internet è in forte crescita: l'innovazione e l'utilizzo più intenso delle nuove tecnologie, per sviluppare una nuova relazione con il consumatore, rappresentano alcune delle possibili leve di crescita. In Italia vi è però una scarsa diffusione di internet come canale d'acqusito di beni e servizi, anche se parallelamente si stanno affermando nuovi canali, come l'm-commerce, mobile internet e mobile app, e T-commerce, l'utilizzo delle piattaforme televisive per effettuare acqusiti online, che potrebbe diventare interessante con i futuri lanci di Apple Tv e Google Tv. I retailer dovranno prepararsi ad affrontare queste nuove dinamiche competitive.

(Mark Up, 01/04/2011, ICT05) - Notiziario: 01/2011
 
E tu sei stato invitato su Quora?

Quora è il nuovo fenomeno delle rete. E' un club privato della conoscenza, frequentato da imprenditori della Silicon Valley, blogger e appassionati di tecnologia. Si accede tramite invito, in seguito è possibile fare domande e aggiungere risposte; ogni iscritto può seguire le domande collegate a uno specifico argomento e vedere gli aggiornamenti relativi a un settore o a un'azienda. Il plus? Gli utenti. Sono infatti dirigenti di grandi società che rispondono in prima persona alle domande che riguardano la loro azienda e alle discussioni partecipano opinionisti molto seguiti. E' un fenomeno tutto americano, ma anche l'Italia è stata colpita dalla febbre di Quora.

(L'Espresso, 03/02/2011, ICT04) - Notiziario: 01/2011
 
Seguitemi sulle nuvole

Siamo nell'era del cloud computing, una sorta di informatica dematerializzata, un processo che sposta altrove servizi e infrastrutture che prima si trovavano nelle case, nella aziende e dei centri dati della Pubblica amministrazione. Come andare nel cloud? Non può essere un salto nel vuoto, i dati devono essere protetti e resi accessibili in qualsiasi momento. Microsoft accompagnerà i clienti gradualmente verso il cloud, offrendo soluzioni online/offline perfettamente integrate, capaci di rendere il dato sempre disponibile, con qualsiasi dispositivo, ovunque ci si trovi. Staremo tutti su una nuvola!

(Economy, 23/02/2011, ICT03) - Notiziario: 01/2011
 
Gli elettrodomestici a energia solare

La società contemporanea deve fare i conti con l'ambiente e deve cercare di adottare un comportamento che sia il più possibile eco-sostenibile. Anche il mondo degli elettrodomestici si sta muovendo in questa direzione e propone soluzioni che sfruttano fonti energetiche alternative. I grandi marchi si stanno attrezzando ma non sono ancora pronti: sarebbe però molto utile poter disporre di una fonte energetica per non doversi mai trovare in una situazione emergenza. Ecco il cellulare che si autoricarica, la lavatrice che può attingere dalla fonte solare, la borsa che ricarica il laptop grazie a un piccolo pannello solare.

(Apparecchi Elettrodomestici, 01/02/2011, ICT02) - Notiziario: 01/2011
 
Mobile banking

L'Osservatorio Reply sulla Multicanalità nelle Banche mostra che accanto all'uso più maturo del canale Internet, gli Istituti hanno iniziato a specializzare e potenziare il ruolo del contact center, degli strumenti automatici di filiale e soprattuto del Mobile. I servizi mobile, oggi penetrano il 150% della popolazione e circa il 60% delle linee mobile sono di terza generazione. I servizi di mobile banking presentano ancora evidenti opportunità di crescita in termini di penetrazione. Oltre alle offerte di SMS banking, c'è spazio per le Mobile Apps e i Mobile site. La banca sarà dentro a un telefonino.

(Aziendabanca, 01/02/2011, ICT01) - Notiziario: 01/2011